Skip to main content

Mantenere i benefici fiscali derivanti dalla transizione 4.0, richiede alle imprese di adottare una strategia precisa e una rigorosa conformità alle disposizioni in vigore.

FLAMME Innovation Advisory, realtà esperta in consulenza finanziaria agevolata, offre un approccio integrato per supportare le imprese in questo processo.

L’obbligo di interconnessione: una prospettiva normativa

Il requisito dell’interconnessione, delineato nella circolare del Mise datata 23 maggio 2018, costituisce unelemento fondamentale per la fruizione dei benefici fiscali in ambito industria 4.0.

L’Agenzia delle Entrate, mediante la circolare 9/E del 23 luglio 2021, ha ulteriormente chiarito l’obbligo per le imprese di mantenere nel tempo gli standard richiesti dalla normativa. Questa disciplina agevolativa richiede alle aziende un approccio strategico e la definizione di pratiche organizzative mirate a garantire una documentazione continua e accurata.

Affrontare con successo questo obbligo non riguarda soltanto la dimostrazione della conformità iniziale, ma implica anche la necessità di rispettare il requisito dell’interconnessione e le 5+2/3 caratteristiche tecnologiche per tutto il periodo in cui l’azienda gode dei benefici 4.0.

In questo contesto, FLAMME Innovation Advisory ricopre il ruolo di partner strategico delle aziende che vogliono usufruire di questi benefici fiscali, offrendo non solo una valutazione iniziale della conformità, ma anche supporto continuo nell’implementazione di pratiche e audit periodici per assicurare il mantenimento costante dei requisiti normativi.

CONTATTACI PER RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI

L’importanza dell’attività di audit 4.0

L’audit 4.0, cruciale per garantire il mantenimento dei vantaggi fiscali nel tempo, è una pratica altamente consigliata nel contesto dei benefici 4.0.

Sebbene la perizia attuale o l’attestazione di conformità siano essenziali per certificare l’interconnessione in un dato momento, esse da sole non garantiscono il rispetto dei requisiti nel corso del tempo. L’audit 4.0 si presenta quindi come un elemento proattivo e fondamentale per assicurare conformità continua alle normative e il mantenimento dei benefici.

Attraverso un software MES, le imprese possono generare autonomamente reportistica sistematica, evidenziando l’interconnessione e l’integrazione necessarie per ottenere e conservare i benefici fiscali, ma affidarsi a consulenti esperti permette di poter godere della massima tranquillità nel corso dell’intero iter.

In caso di controlli da parte delle autorità competenti che, ricordiamo, possono essere effettuati anche a distanza di anni, l’audit rilasciato da una terza parte consente all’azienda di dimostrare che, durante il periodo di fruizione del beneficio, il bene ha continuato ad essere tecnicamente conforme. Il processo di audit 4.0 assume poi un’importanza ancora maggiore in tutti quei casi in cui sia intervenuto un cambiamento nei processi produttivi o un aggiornamento dei software aziendali utilizzati.

FLAMME Innovation Advisory offre supporto per il ripristino delle condizioni necessarie e, durante eventuali controlli governativi, assistenza e supporto completo nell’intero processo di verifica delle condizioni di conformità.

Lo svolgimento dell’audit 4.0

Mediante l’audit, tutti i requisiti, sia formali che tecnici, sono individuati e valutati per fornire un quadro dettagliato della conformità aziendale alle normative.

Per condurre un audit 4.0 esaustivo, è essenziale seguire un processo ben strutturato:

  1. sopralluogo annuale: esame approfondito dello stato dell’arte dei beni oggetto dell’agevolazione;
  2. individuazione e valutazione dei requisiti: quadro dettagliato delle condizioni di conformità;
  3. supporto ingegneristico: interventi specialistici volti al ripristino dei requisiti che potrebbero risultare non conformi. In questo modo si assicura la correzione tempestiva di eventuali discrepanze;
  4. report di conformità: creazione e rilascio di un documento che attesta la conformità dell’azienda ai requisiti normativi. Offre un registro dettagliato per futuri riferimenti e controlli;
  5. assistenza in caso di controlli: supporto completo durante i controlli da parte delle autorità competenti e gestione efficace e documentata delle verifiche governative.

Questo approccio garantisce che l’audit 4.0 sia un processo completo, dalla verifica iniziale delle condizioni dei beni agevolati fino alla documentazione dettagliata e al supporto continuo durante le fasi di controllo.

L’audit 4.0 va oltre la semplice assicurazione della conformità attuale e rappresenta un meccanismo di difesa in vista di futuri controlli da parte delle autorità. FLAMME Innovation Advisory offre alle imprese la sua esperienza e competenza per aiutarle a massimizzare i benefici della transizione 4.0 e a garantire la conformità normativa a lungo termine.

Grazie a FLAMME Innovation Advisory potrai contare sul supporto di un team altamente qualificato, sempre disponibile a consigliarti e ad aiutarti a rispettare gli obblighi previsti dalle normative.

AFFIDATI A FLAMME INNOVATION ADVISORY